Archivio per dicembre, 2012

E insomma, tanti auguri.

Auguri se come me pensate che la prima legge del prossimo governo, di qualunque colore sia, dovrebbe essere vietare di comprare regali di Natale per chi ha più di 11 anni.
Auguri se come me in realtà il 25 dicembre per voi è soprattutto la data in cui mancheranno 48 giorni alla ripresa di The Walking Dead.
Auguri se come me nell’ultima partita dell’anno la vostra squadra ha rifilato quattro pere al Milan.
Auguri anche se per una strana congiunzione astrale la vostra squadra è temporaneamente seconda in classifica (tutti sappiamo che presto tornerete a posizioni più consone alla vostra storia).

(altro…)

Tema: Se andassi in Parlamento

Svolgimento:

Ho aderito al Movimento 5 Stelle perché è l’unico gruppo politico che ha il coraggio di dire le cose come stanno ed intende presentare proposte concrete per migliorare il Paese.
Da quando, circa un anno fa mi sono avvicinata al MoVimento 5 Stelle ed ho iniziato a partecipare attivamente alle iniziative ed alle discussioni nella mia regione mi sono resa conto che questo è il futuro, è la strada da intraprendere per riscattare questo paese a farlo tornare ad esse un bel posto in cui vivere.
L’unica vera salvezza siamo noi liberi e indipendenti cittadini in politica, bisogna sbattersi per risollevare il paese e farlo andare nella direzione giusta.
Da quando abbiamo organizzato il primo V-Day molto è cambiato, ma una cosa è rimasta sempre uguale: l’entusiasmo e la passione con la quale cerchiamo sempre di realizzare qualcosa che ci sembra giusta, anche se impossibile. È proprio questa passione che dobbiamo portare in Parlamento, quel sentimento di servizio civile che i politicanti hanno perso già da molto tempo.
Di fronte a un incarico così importante come portavoce in Parlamento posso fare affidamento sulla mia capacità di imparare ogni giorno ciò che sarà necessario oltre che su esperienza professionale e formazione multidisciplinari.
Se andassi in Parlamento lotterei per conquistare una maggiore solidarietà umana.
Se immagino me stesso in Parlamento, mi vedo come un nodo della rete di attivisti e di cittadini che condividono la “filosofia” del MoVimento: entrare con entusiasmo nella più importante “sala dei bottoni” della politica nazionale per smontare il sistema partitico svelandone gli intrallazzi e compromessi.
Non sono un politico di professione, lavoro 8 ore al giorno e mi è spesso difficile conciliare tutti i miei interessi. Per fortuna vivo nell’era dell’informazione e, grazie ad Internet, posso leggere e studiare chi è competente in materia economica, energetica ed ambientale. Continuerò a studiare anche durante la mia eventuale attività da parlamentare: del resto nessuno ha la verità in tasca!
Ho delle priorità che mi sento di portare avanti e queste sono:
-l’ambiente e l’ecologia
-la difesa dei più deboli (anziani,bambini,chi non arriva neppure a mangiare..)
-il lavoro
-l’istruzione e la formazione
-l’etica e l’onestà nel mondo del lavoro
-gli animali
-la decrescita
-l’Italia…
Approvo e sostengo una durata di tutti gli incarichi politici non superiore ai due anni, terminati i quali si traggono le conclusioni sulla propria attività. Sono un convinto assertore dell’uscita dalla moneta unica, per ridare piena sovranità monetaria ai cittadini, e alla statalizzazione delle banche.
Ci sono tanti dubbi sulle onde elettromagnetiche e sulla loro pericolosità per la salute umana! La maggior parte degli studi di ricerca sono finanziati dagli stessi produttori di telefoni, spesso tramite società di comodo o triangolazioni del denaro per nascondere le tracce. Se un tempo utilizzavamo graffiti per comunicare, oggi non si può fare più a meno del telefono cellulare per la comunicazione e, quindi, per salvare vite umane! Credo sia necessario capire davvero queste dinamiche ed informare la popolazione al fine di poter attuare una corretta politica di precauzione!
Io non farò promesse, non illuderò nessuno, ma posso garantire che il mio impegno si trasformerà in azioni svolte nella massima trasparenza e nell’interesse collettivo. Non chiedete a me e al M5S di risolvere in breve tempo problemi accumulati in decenni e decenni di mala politica. Ci vorrà del tempo, ma con il contributo di tutti il cambiamento  è possibile.
Cercherò in ogni modo di portare a compimento la nostra rivoluzione pacifica che, tra i suoi propositi, prevede anche la fine stessa del movimento: una volta realizzati i suoi obiettivi, infatti, il movimento non ha più ragione d’essere proprio perché il modo nuovo di amministrare noi stessi e i nostri beni comuni avrà nel frattempo coinvolto il 100% delle persone.
Comunque sia, entrare nelle Istituzioni non è il fine, ma solo uno dei tanti mezzi che come cittadini possiamo utilizzare per far valere le nostre ragioni. Se ne entra anche uno solo, entriamo tutti!!!
Voglio dimostrare a questo Paese che non sono tutti uguali, che c’è gente onesta, gente disinteressata, gente che non prende in giro con le parole, gente il cui interesse è la felicità degli altri e vivere attorniato da comportamenti civili. Esistono persone che immaginano un mondo migliore: io sono uno di quelli.
Per concludere, credo che questa delle elezioni politiche sia una grossissima possibilità che abbiamo per portare in parlamento gente nuova, onesta e di sani principi e per fortuna tra di noi c’è l’imbarazzo della scelta, quindi questa la ritengo già una grande vittoria del movimento. Voglio con tutto il mio cuore dei parlamentari del movimento 5 stelle!!!!!!!!

(Il componimento che avete appena letto è un collage di brani tratti dalle “Dichiarazioni di intenti per il Parlamento” dei candidati alle “Parlamentarie” del Movimento 5 Stelle che si sono classificati primi in ogni circoscrizione. Quindi gente che vedremo sicuramente nel Parlamento della XVII Legislatura della Repubblica italiana)

Angelo Tofalo

Angelo Tofalo, il più votato della circoscrizione Campania 2. Quello delle onde elettromagnetiche.